Il Personal Computer.

Il Personal Computer.
Un computer è una macchina calcolatrice in grado di eseguire automaticamente sequenze di operazioni logico-aritmetiche sui dati in ingresso (input) e di restituire i risultati di tali operazioni in uscita (output).
Nel corso della storia, l’implementazione tecnologica di questa macchina si è modificata profondamente sia nei meccanismi di funzionamento che nelle modalità di rappresentazione dell’informazione (analogica e digitale) che in altre caratteristiche (architettura interna, programmabilità, ecc.)
Al giorno d’oggi, ci si riferisce comunemente al computer come ad un dispositivo elettronico e digitale,programmabile a scopo generico.
Sebbene i computer programmabili a scopo generico siano oggi i più diffusi esistono in specifici ambiti di applicazione modelli di computer dedicati.
Ogni computer è composto da due parti:
Hardware
Software

Hardware

L’hardware è ciò che si trova all’interno del computer (microprocessore, schede, cavi, ecc… ), unitamente a monitor, tastiera, mouse, ecc.. che sono le periferiche esterne collegate al computer. La Scheda madre è il componente principale di un PC; occupa molto spazio nel case ed è dotata di circuiti integrati che hanno il compito di collegare fra loro gli altri componenti del sistema. Alloggiati sulla scheda madre è possibile trovare componenti quali la CPU, la memoria RAM, l’insieme di unità di memoria ROM che contengono il BIOS, le schede grafiche e di rete. Il northbridge è un circuito che permette il collegamento ad alta velocità tra i componenti critici per le prestazioni del computer: La CPU, che ha il compito principale di effettuare i calcoli che permettono al computer di funzionare; ci si riferisce spesso come al cervello del computer; La memoria RAM, che contiene le parti essenziali del sistema operativo in uso per una maggiore velocità di accesso da parte dei processi, e che costituisce la memoria primaria; Gli slot di espansione principali, come PCI, PCI Express e AGP, che ospitano schede e processori grafici o fisici ad alte prestazioni; Nelle schede madri più recenti sono presenti slot SATA e/o ATA per il collegamento di unità disco.

Software

Il software è l’informazione o le informazioni utilizzate da uno o più sistemi informatici e memorizzate su uno o più supporti informatici. Tali informazioni possono essere quindi rappresentate da uno o più programmi, oppure da uno o più dati, oppure da una combinazione delle due.
Il termine si contrappone tradizionalmente a hardware. Nel tempo sono entrati nell’uso altri termini che descrivono elementi di un computer, come il firmware. Il suffisso -ware viene usato anche in altri termini che indicano particolari tipi di programmi: in funzione del ruolo che hanno in un sistema di calcolo; del tipo di licenza con cui sono distribuiti. E altro…
Il termine software ha origine durante la seconda guerra mondiale. I tecnici dell’esercito inglese erano impegnati nella decrittazione dei codici tedeschi di Enigma, di cui già conoscevano la meccanica interna (detta hardware, componente dura, nel senso di ferraglia) grazie ai servizi segreti polacchi. La prima versione di Enigma sfruttava tre rotori per mescolare le lettere.
Dato che queste istruzioni erano scritte su pagine solubili nell’acqua (per poter essere più facilmente distrutte, evitando in tal modo che cadessero nelle mani del nemico) furono chiamate software (componente tenera), in contrapposizione all’hardware.

Carlo Sorrentino.

 

Share this post

Post Comment